venerdì 23 giugno 2017

Presentazione: Il passo in più di Francesco Pierucci

Amici dei Libri!
Ecco a voi la presentazione del libro di cui partirà il blogtour lunedì 26 giugno.
In fondo, trovate il calendario con le tappe, con una sorpresa finale <3 

Titolo: Il passo in più
Autore: Francesco Pierucci
Editore: Nulla Die (nulladie.com)
Data di pubblicazione: Aprile 2017
Genere: Romanzo di (de)formazione on the road



Sinossi: Dopo il successo del suo primo romanzo Il passo in più, uno scrittore non riesce più a ritrovare l’ispirazione. Decide così di partire per un disperato viaggio on the road con la sua fidata Underwood Standard in cerca della creatività perduta. 

Durante il percorso a bordo della sua auto sgangherata incontrerà suo malgrado una serie di personaggi decisamente grotteschi tra cui uno sceneggiatore obeso, un falacrofobico con manie di grandezza e una pescivendola napoletana senza scrupoli. 

Tra fughe, risate, arresti e incidenti di ogni tipo, il protagonista vivrà un’avventura surreale dalle forti tinte cinematografiche che sarà difficile dimenticare. 

Scopri l’autore:
Nato a Napoli nel 1989, Francesco Pierucci vive a Milano dove lavora come copywriter freelance. Grande appassionato di cinema, ha rappresentato l’Italia nella giuria internazionale del Festival di Venezia. Dopo aver collaborato a diverse antologie, ha pubblicato Dieci piccoli passi (La Gru 2011). Il passo in più è il suo primo romanzo.





mercoledì 21 giugno 2017

W.W.W. Wednesday #13

Buongiorno e buon mercoledì!

Oggi, come di consueto, chiacchieriamo della corrente settimana di letture. Come sta andando la vostra? Io sto facendo delle letture davvero soddisfacenti e non vedo l’ora di scoprirne di altrettanto belle ❤ 

Cosa stai leggendo in questo momento?

Ho in lettura Challenger di Gulliem Lopez pubblicato da Eris Edizioni, che sto letteralmente amando, “L’enigma dell’ermellino” di Chiara Comella e “Omega – L’armata ribelle” di Max Peronti, due opere di autori emergenti di cui troverete presto la recensione sul blog.





Che cosa hai appena finito di leggere? 

Ho terminato quasi in contemporanea “L’anima della frontiera” di Matteo Righetto e “La perfezione non è di questo mondo” di Daniela Mattalia, due autori italiani che mi hanno a dir poco entusiasmata!

Cosa pensi leggerai dopo?

Terminati quelli appena elencati leggerò “Le stelle si guardano da lontano” di Monica Sabolo e “L’undicesimo comandamento” di Niccolò Zancan.



Per questa settimana è tutto Amici dei Libri, ci sentiamo domani con una nuova recensione.

martedì 20 giugno 2017

L'anima della frontiera di Matteo Righetto

Titolo: L’anima della frontiera
Autore: Matteo Righetto
Editore: Mondadori, Scrittori Italiani e Stranieri 
Pagine: 192, brossura con alette
Prezzo: 18,00€
Data di pubblicazione: 13 giugno 2017


Sinossi: Nevada. Sembra il nome di un deserto, e invece è il luogo in cui vive la famiglia De Boer, in alta val Brenta. Una terra circondata da boschi aspri, dove le case si inerpicano su pendii vertiginosi. Sono gli ultimi anni dell'Ottocento e i De Boer, che lavorano nei campi di tabacco, il pregiatissimo Nostrano del Brenta, vivono consapevoli che solo nella muta e rispettosa alleanza tra uomini e natura selvaggia esiste una possibilità di sopravvivenza. Augusto è il capofamiglia, un uomo taciturno, lavoratore instancabile, capace di ascoltare la voce dei boschi e il fischio del vento. Jole, la figlia maggiore, ha la stessa natura selvatica del padre e una sfrenata passione per i cavalli. I proventi del tabacco però non sono sufficienti a far campare la famiglia con dignità. Ecco perché Augusto un giorno decide di tentare il viaggio oltre la frontiera austriaca per contrabbandare l'eccedenza del raccolto. Un cammino impervio attraverso sentieri e passaggi impraticabili, minacciato dalle bestie feroci, dagli agguati dei briganti e dalla sorveglianza dei finanzieri. Jole ha quindici anni quando suo padre stabilisce che è giunto il momento di portarla con sé: qualcun altro deve conoscere la strada. Non passerà molto tempo prima che la ragazza si trovi a dover compiere il viaggio da sola. Inoltrandosi con solenne lentezza in una natura maestosa, rifugio accogliente e poi, d'un tratto, trappola insidiosa, Jole cerca di portare al sicuro il suo prezioso carico e di capire cosa sia successo al padre, che tre anni prima non ha più fatto ritorno proprio da una spedizione in Austria. L'anima della frontiera è un romanzo unico, lirico e scarno, nitido come un cielo spazzato dal vento. Matteo Righetto descrive con maestria scenari naturali di grande bellezza e ne fa il correlativo oggettivo dell'anima delicata e forte della sua splendida protagonista. Un western letterario che con una scrittura pulitissima e quasi materica riesce a trasmetterci un'epica intima e solenne.
Acquistalo subito!

Teaser Tuseday #8

Buongiorno Amici dei libri e buon martedì!

La programmazione di oggi è fittissima quindi direi di iniziare subito con il nostro appuntamento abituale 😉

Vi ricordo che ho scoperto questa rubrica sul blog di Chiara Chiara In Bookland che, a sua volta, la ha trovata sul blog Should Be Reading.

Sarei felice se chi porta questa rubrica sul proprio blog, la linkasse qui sotto, così da creare un po’ di movimento e qualche chiacchiera 😊

• Prendi il libro che stai leggendo
• Aprilo ad una pagina a caso
• Condividi un breve spezzone della pagina, senza fare spoiler!
• Riporta anche titolo e autore

“Doveva capire. E non capiva.
Aveva rivisto Giulietta alle Molinette. Ormai era quasi un’abitudine. Fosse un’allucinazione, un segno di follia, un fantasma della mente, un trucco per girare intorno al dolore, consolatorio e tormentoso al tempo stesso, un sogno a occhi aperti, in tutti i casi Giulietta si comportava in modo strano. Era sfuggente. D’accordo, era una visione. Eppure lei lo vedeva eccome, di questo era certo, gli sorrideva persino. E niente, non gli parlava, riprendeva a vagare con lo sguardo. Ma che faceva, anima irrequieta?"

La perfezione non è di questo mondo - Daniela Mattalia

Qualche spunto... #3 - In ognuno di noi di Chiara Donà

Titolo: In Ognuno di noi 
Autore: Chiara Donà
Editore: Gilgamesh Edizioni
Pubblicazione: maggio 2017
Pagine: 160
Prezzo: 14,00€

“Questi pensieri iniziarono ad affollare la mia mente come le nuvole di temporale annebbiano il cielo estivo e avevano cancellato la mia momentanea serenità. Soffocai un grido di rabbia nel cuscino. Perché non potevo essere felice, perché delle tenebre misteriose si celavano sempre dietro ogni mia gioia? Ero triste e affranta, ero spaventata, avevo paura di cosa il domani mi avrebbe riservato.”

Sinossi: La vicenda si apre in una piccola cittadina del centro degli Stati Uniti, alla fine degli anni quaranta. Adeline è solo una bambina di otto quando scopre che i genitori stanno divorziando. Sin da piccola aveva dovuto convivere con una famiglia amorevole ma un po’ soffocante che, in qualche modo, le aveva concesso poco spazio per curare le sue amicizie. Poi un bel giorno il padre diventa sindaco e inizia a trascurare il suo lavoro, la madre si sente oberata dagli impegni che la nuova carica del marito le impone e comincia a bere, disinteressandosi così della piccola figlia. Nasce in quel preciso periodo il profondo sentimento di odio di Adeline nei confronti della madre, perché la accusa del disfacimento della famiglia.